itetto in arte

banner

Menu:


GLI AFFRESCHI DI SANTA MARIA LA VETERANA

Gli interni della Chiesa di S. Maria la Veterana sono ricchi di pregiati affreschi che in passato adornavano l’intero impianto murario. Per molti anni i dipinti sono rimasti nascosti sotto strati d’intonaco e scialbature e sono riemersi grazie ai lavori di restauro del 1970-72. Purtroppo i diversi cicli di affreschi oggi non sono completi, ma ciò che resta è un pregiato esempio di maestranze pittoriche presenti in terra di Bitetto già dal  XIII secolo.

dr7tit7uty6c-

Tra gli affreschi giunti fino a noi è di particolare interesse, l’immagine della “Vergine Platytera”, risalente al XIII secolo, presente sulla parete della controfacciata. L’affresco rappresenta la Vergine con le braccia aperte innalzate al cielo, colta nell’atto di intercessione, e con il Bambino sul petto all’interno di una mandorla.

4r5568


Collocato sul primo pilastro, a sinistra dell’ingresso, è presente l’effige di un Sant’Onofrio. La figura dell’eremita è rappresentata nuda, ricoperta dai lunghi capelli e dalle foglie di un arbusto. In secondo piano è dipinto un’elegante leone sdraiato.

rtfctfhrtfh

Nei sottarchi si alternano raffigurazioni di grande interesse iconografico come l’immagine, purtroppo mutilata, di San Paolo, affrescata nella prima metà del XV secolo sulla parete di fondo della navata sinistra. Il Santo è raffigurato mentre regge la spada nella mano destra e il vangelo nella sinistra. 

565654


Sul terzo pilastro, nella navata sinistra, risalente al XV secolo, è affrescata la “Maddalena al Sepolcro”. La donna mostra la “teatrale” disperazione per la morte di Gesù, con l’espressione corrugata del viso e le braccia aperte elevate al cielo. In  primo piano campeggia il sarcofago del Cristo morto con le braccia conserte sul ventre e i segni del martirio sul costato e sulle mani.

grgr


Risale al XV secolo l’affresco di “Sant’Anna, la Vergine e il Bambino” che si trova sul pilastro a destra della terza campata della Chiesa.  Il dipinto ha uno sviluppo spaziale piramidale, la Vergine è seduta in trono con in grembo Gesù mentre Sant’Anna si trova alle loro spalle in atto di protezione.

htht

Nella navata destra, sul primo altare è affrescata l’immagine della  “Madonna in trono col Bambino” del primo decennio del XV secolo.  La Vergine è seduta su un imponente trono dal raffinato impianto architettonico,  indossa uno scuro manto azzurro, chiuso sul petto da un fermaglio con l’effigie del giglio, tra le braccia regge il Bambino. Gesù  con la mano destra benedice i frati domenicani , raffigurati in basso a sinistra, i quali, inginocchiati, portano in dono il modellino della chiesa.

rgr


Sul pilastro di fronte all’affresco della Madonna in trono, è dipinto il “Cristo in trono”, seduto in un’edicola trilobata con pilastri, capitelli, bassorilievi e piccoli pinnacoli.

ghg


Sulla controfacciata della navata sinistra, a ridosso dell’ingresso secondario, è affrescata la rinomata “Madonna in trono col Bambino” della prima metà del VX secolo. Le Figure siedono su un seggio ligneo con baldacchino. Il Bambino sulle gambe della Madre, con la mano destra benedice una gentildonna inginocchiata, Caterina del Balzo Orsini, accompagnata da due figure più minute, molto probabilmente i suoi figli.

efefe

Sul primo pilastro a sinistra della navata centrale, è affrescata una rara immagine della Trinità: il Padre con in grembo il bambino Gesù e la colomba dello Spirito Santo.

fef


Al centro della volta della navata sinistra è affrescata  l’immagine apocalittica “dell’Antico dei Giorni.  In un ampio cielo stellato si staglia, in un grande cerchio, l’imponente figura di  Dio Giudice che benedice i fedeli con il braccio destro sollevato.  Ai quattro angoli, in cornici quadrilobate, ci sono i quattro Evangelisti che reggono i cartigli dei vangeli.  Nel cielo stellato si individua l’immagine della luna, alla quale doveva essere affiancata anche quella del sole, purtroppo oggi andata persa.

effe


La parete sinistra del transetto sono raffigurati il ciclo mariologico e cristologico. Predominante è l’immagine della “Dormizione della Vergine” e diversi episodi delle Storie Mariane.

Nella fascia sottostante, si dispiega una teoria di angeli in abiti di corte che, genuflessi sorreggono una cortina, tale motivo è presente anche nel registro inferiore dalla parte opposta.

 

La parete destra del transetto riporta la grande scena del Giudizio universale e storie dell’incontro di Gioacchino ed Anna presso la porta aurea, la nascita della Vergine, la presentazione al Tempio, lo sposalizio Mistico e l’Annunciazione.

fefef


Sulla parete di fondo del transetto, su entrambe le pareti che immettono nel coro rettangolare, sono narrati gli episodi della Vita di Cristo. In basso ci sono alcuni Santi:  San Nicola o San Donato, Sant’Onofrio, Sant’Antonio Abate.

Nella zona superiore sono affrescate le scene della: Natività, Adorazione dei Magi, Presentazione di Gesù al tempio, Battesimo di Gesù, Incontro con la Maddalena, Resurrezione di Lazzaro, Entrata in Gerusalemme, Ultima cena, Flagellazione, Crocifissione, Deposizione nel Sepolcro, Resurrezione e Noli me tangere.


foto