banner

Menu:


CASE A CORTE


Nel tessuto urbano del Centro Antico vi sono due tipologie edilizie prevalenti, le case a schiera e le case a corte, che riflettono le diverse classi sociali che vi risiedevano.

Le classi più facoltose abitavano in domus più spaziose organizzate intorno ad una corte, uno spazio scoperto che consentiva il privilegio di una vita privata anche all’aperto.

Nell’edificio principale, articolato su più livelli, i vani al piano terra erano adibiti a stalla e depositi, quelli al piano superiore ad abitazione ed erano generalmente collegati tramite una scala esterna. La corte era separata dalla strada da un diaframma murario sottile, sul cui portale ad arco veniva collocato lo stemma di famiglia. Attraverso queste imprese araldiche in pietra poste in facciata, si possono individuare le case dei Calò, dei Fumai, dei Giannini, dei Frezza, alcune delle più antiche famiglie nobili di Bitetto.

 

Casa Fumai

foto

ss